“Uccideteli ovunque li incontriate” spiegato al mio ex amministratore condominiale.

“Uccideteli ovunque li incontriate” è uno dei versetti (pezzo di versetto per la precisione) più strumentalizzati da chi vuole spalare melma sull’Islam e sui musulmani.

In questo articolo voglio raccontarti una discussione tra me e il mio ex amministratore condominiale su questo tema.

Alla fine della discussione ho anche provato a chiedere lo sconto sulle spese condominiali, e la risposta è stata che…lo scoprirai durante il racconto 😉

Nota di trasparenza: per non annoiarti e per motivi “formativi” ho romanzato un po’ l’episodio che mi è capitato.

M: Piacere, sono Marco, l’amministratore condominiale (tende la mano).

Io: Piacere, sono Abe (è il nome con cui mi presento a chi non parla arabo perché ABED ELBAKKI è troppo complicato per molti). Mi scusi se non le do la mano ma ho preso una storta al dito.

M: Sei musulmano?

Io: Si.

M: Ahahah, lo so che non mi stringi la mano perché sono miscredente per te.

A quel punto pensai: “Ecco, siamo alle solite. Tutti a me devono capitare…” e risposi: “Ma cos…no, assolutamente, le do la mano sinistra se vuole.”

M: No, tranquillo, scherzavo. Anche se di voi musulmani non mi fido molto.

Io: Perché?

M: Perché voi vedete tutti i non musulmani come miscredenti da uccidere, e se non riuscite li disprezzate nel vostro intimo.

Cercando di non scompormi per la mitragliata di baggianate appena sentite risposi: “Chi le ha detto queste cose?”

M: Avevo litigato con un inquilino marocchino e mi ha dato del miscredente. Sono andato a cercare e su un blog c’era scritto che avete un versetto che dice “Uccideteli ovunque li incontriate”.

Io: Guardi, ho l’applicazione del Corano nel cellulare. Le voglio mostrare in che contesto è inserito quel versetto.

M: Ma no tranquillo, non ti accuso mica, era solo per dire…

Io: Non si preoccupi. Ha fatto bene a dirmelo, così le do delle informazioni con cui rispondere al prossimo cialtrone che la aggredisce in nome dell’Islam.

M: mmm.. ok, mi faccia vedere.

Io: Ecco qui il versetto. Le faccio leggere tutto il testo.

M: Ok, dove leggo?

Io: Qui guardi.

M: “Combattete per la causa di Allah contro coloro che vi combattono, ma senza eccessi, ché Allah non ama coloro che eccedono. Uccideteli ovunque li incontriate, e scacciateli da dove vi hanno scacciati: la persecuzione è peggiore dell’omicidio. Ma non attaccateli vicino alla Santa Moschea, fino a che essi non vi abbiano aggredito. Se vi assalgono, uccideteli. Questa è la ricompensa dei miscredenti. Se però cessano, allora Allah è perdonatore, misericordioso.”

Io: Vede che ora ha più senso?

M: Si, effettivamente è per difendersi…

Io: Le dirò di più. Questi versetti sono stati rivelati in un contesto in cui i meccani miscredenti perseguitavano i musulmani. Dio e il Profeta (s) avevano impedito ai musulmani di reagire a Mecca, perché una guerra civile avrebbe portato allo sfinimento di entrambe le fazioni e all’uccisione di donne, vecchi e bambini innocenti.

Tuttavia, una volta che i musulmani si spostarono a Medina scappando dalla atroce persecuzione che era in atto a Mecca, Dio ha dato il permesso di combattere contro i persecutori meccani, perché sarebbe stato esercito contro esercito, e non una guerra civile in cui ci si uccideva tra vicini di casa coinvolgendo anche i deboli.

M: Ah, è interessante sapere la storia completa. Sul sito che avevo consultato c’era scritto che voi ce l’avete con i miscredenti a prescindere, anche se non vi fanno niente.

Io: Assolutamente no, e glielo dimostro. Questi che abbiamo letto sono i versetti inerenti una situazione eccezionale, ovvero quando si è in guerra.

Ora le mostro la regola generale sul rapporto tra musulmani e non credenti.

M: Mi interessa, ma non vorrei rubarti tempo.

Io: No, si figuri, per me è un piacere.

M: Ok, ti ringrazio.

Io: Ecco qui il versetto, legga lei.

M: “Forse Allah stabilirà amicizia tra voi e quanti fra di loro considerate nemici. Allah è onnipotente e Allah è Perdonatore, Misericordioso. Allah non vi proibisce di essere buoni e giusti nei confronti di coloro che non vi hanno combattuto per la vostra religione e che non vi hanno scacciato dalle vostre case, poiché Allah ama coloro che si comportano con equità. Allah vi proibisce soltanto di essere alleati di coloro che vi hanno combattuto per la vostra religione, che vi hanno scacciato dalle vostre case, o che hanno contribuito alla vostra espulsione. Coloro che li prendono per alleati, sono essi gli ingiusti.”

Io: Ecco, questo è il versetto che regola il rapporto tra musulmani e non musulmani in tempi di pace, come qui in Italia. Bontà e Giustizia sono alla base del nostro rapporto.

M: Perché non insegni queste cose ai tuoi compaesani. Se tutti fossero come te staremmo tutti meglio.

Io: Guardi che la maggior parte delle persone sono come me, se non meglio. Purtroppo c’è una minoranza marcia che fa molto più rumore delle persone per bene.

M: Se lo dici tu… Comunque ti ho chiamato perché ti voglio spiegare un po’ le spese condominiali come funzionano.

Io: Dopo tutta sta spiegazione mi farai uno sconto, no?

M: Sarai anche bravo, ma rimani comunque un marocchino.

Fine della chiacchierata.

 

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato/a sui nuovi articoli e video di Vita Islamica

(periodicamente ti manderò anche riflessioni e consigli per coltivare la spiritualità)





Abedelbakki

Eterno studente di scienze islamiche, appassionato di storia islamica, filosofia e psicologia. Fondatore di www.vitaislamica.it

9 pensieri riguardo ““Uccideteli ovunque li incontriate” spiegato al mio ex amministratore condominiale.

  • 14 maggio 2018 in 11:10 am
    Permalink

    niente sconto quindi! Peccato!
    Grazie mille Abe per il racconto, ne farò tesoro.

    Risposta
  • 25 maggio 2018 in 8:08 am
    Permalink

    La stoccatina dicendo che sei marocchino te l’ha voluta dare lo stesso grazie per aver raccontato questa tua esperienza…con il buon comportamento e lo studio non c’è nulla da temere

    Risposta
  • 25 maggio 2018 in 12:08 pm
    Permalink

    Bellissimo racconto ed eccellente spiegazione direi! Ho iniziato a seguirti dopo aver letto poco fa la tua biografia che mi ha emozionato e mi ha dato una gran forza interiore e una soddisfazione immensa a sapere che esistono persone come te in questo mondo, elhamdulillah . Sei grande, e seguirò con piacere la tua pagina e la condividero’ a gente come me musulmana che è cresciuta qua in italia che ha difficolta spesso a rispondere a domande rognose come quella del signore in questione. Assalam alejlum fratello 🙂 grazie

    Risposta
    • 3 giugno 2018 in 12:41 pm
      Permalink

      Grazie per il commento e per il sostegno 🙂
      Che Dio ci aiuti ad essere utili e sinceri.

      Abed Elbakki

      Risposta
  • 14 giugno 2018 in 6:22 am
    Permalink

    Da quando ti seguo ho sempre notato che le tue spiegazioni sono chiare ed esaustive, e mi fa molto piacere sapere che ci sono persone come te che diffondono quello che è il vero islam e non quello che i media tendono a farci credere riempiendoci la testa.
    Parlando del racconto, mi è dispiaciuto molto il fatto che questo signore oltretutto la tua chiara e paziente spiegazione abbia fatto quel commento sgradevole, spero fosse un commento ironico, ad ogni modo mi ha fatto venire in mente questi versetti della sura Al-Baqarah che tengo a citare:

    6. In verità [per] quelli che non credono, non fa differenza che tu li avverta oppure no: non crederanno.

    7. Allah ha posto un sigillo sui loro cuori e sulle loro orecchie e sui loro occhi c’è un velo; avranno un castigo immenso.

    Grazie per il tuo lavoro, continua così e che Allah ti ricompensi!!! ;D

    Risposta
    • 18 giugno 2018 in 4:44 pm
      Permalink

      Salam alaikum 🙂

      Grazie per il sostegno.

      Credo fosse ironinco, e anche se non lo fosse, la cosa non mi tocca.

      Sono orgoglioso di essere nato e cresciuto in Italia e sono orgoglioso delle mie origini arabe e marocchine 🙂

      Abed Elbakki

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *