Guida pratica per migliorare il mondo.

In questo articolo troverai una guida pratica per migliorare il mondo.

Domanda: nella tua vita stai migliorando il mondo?

In Surat Al-Imran , rivolgendosi alla Umma (= comunità) di Muhammad (s), Allah l’Altissimo dice ciò che può essere tradotto come: “Voi siete la migliore comunità che sia stata suscitata tra gli uomini, raccomandate le buone consuetudini, proibite ciò che è riprovevole e credete in Allah.”

Cosa significa?
Siamo la migliore comunità perché siamo una razza superiore?
Siamo la migliore comunità perché siamo il popolo prescelto?
Assolutamente no!

Siamo la migliore comunità perché miglioriamo il mondo e crediamo in Allah. Questo ci rende migliori.

Abe, ma cosa dici? Sai leggere? C’è scritto raccomandate le buone consuetudini e proibite ciò che è riprovevole e credete in Allah, non “migliorate il mondo”!

Pensaci: come puoi migliorare il mondo, se non lavorando per il bene e opponendoti al male?

Ora ritorniamo alla domanda che ti ho posto prima: stai migliorando il mondo?

Fermati e rifletti: tu cosa stai facendo per rendere questo mondo un posto migliore? Sei musulmano, no? Pensavi che essere musulmano significasse pregare cinque volte al giorno e digiunare un mese all’anno?

Siamo in questa vita con una missione.
Allah l’Altissimo, riferendosi al nostro antenato Adamo (s), disse agli angeli: “Porrò un vicario sulla Terra”.
Uno dei principali compiti del vicario di Allah, l’essere umano, è lasciare questo mondo migliore di come l’abbia trovato.

Okay, okay! Ho capito. Devo migliorare il mondo. Andiamo avanti però ora…

Ottimo! Ora che abbiamo capito che uno dei motivi per cui siamo stati creati è migliorare il mondo, chiariamo velocemente un altro punto, ovvero…

…I DUE LIVELLI PER MIGLIORARE IL MONDO.

Ci sono principalmente due livelli attraverso i quali miglioriamo il mondo:
1) le singole buone azioni: brevemente si intende tutti quegli atti quotidiani positivi come il sorriso, la buona educazione, una buona parola, una favore a un amico e così via.

Tante piccole buone azioni creano un mondo migliore;

2) il lavoro organizzato e strutturato: programmi la tua vita in modo tale da aver maggior impatto possibile. Praticamente quello di cui parleremo nel resto dell’articolo.

Abe, direi che hai fatto abbastanza premesse…passiamo al sodo ora. Dicevi che questo articolo sarebbe stato una GUIDA PRATICA PER MIGLIORARE IL MONDO…

Dopo queste brevissime premesse, finalmente ci siamo…passiamo alla pratica.

MIGLIORARE IL MONDO: PASSI PRATICI.

1) Trova un problema che ti appassiona.
Il mondo è pieno di problemi: questo è un dato di fatto.

Ho digitato su Google “problema definizione”.
Il primo risultato che ho trovato è questo.

problema definizione

Non c’è scritto “questione che ti giustifica a lamentarti di più, senza fare niente”.
C’è scritto “quesito che attende una soluzione”.
Alla fine, se ci pensi bene, migliorare il mondo significa anche contribuire a trovare una soluzione a un problema.

Abe, non capisco: fammi un esempio? Che tipo di problemi?

Razzismo, malattie, ingiustizie, problemi sociali, guerre, povertà, inquinamento, ignoranza, infelicità…

Insomma, in base anche alla tua vita e ai problemi che ti coinvolgono di più SCEGLI LE TUE BATTAGLIE DA COMBATTERE.
Magari più avanti approfondiamo questo punto. Per ora deve rimanerti questo: trova un problema che ti coinvolge e che ti piacerebbe contribuire nel risolvere.

Passiamo al passo successivo per MIGLIORARE IL MONDO.

2) Formati.

Là fuori è pieno di brave persone, con un sacco di buone intenzioni e desiderose di migliorare il mondo…ma che non si sono formate.

L’equazione è semplice: più ti formi, più il tuo impatto sarà grande!

Abe, in che senso?

Immagina di voler aiutare a guarire le persone.
Decidi di laurearti in medicina, e già questo è un buon passo.
Se tu volessi avere un impatto maggiore e volessi coordinare diversi medici, dovresti acquisire maggiori competenze.
Se volessi addirittura gestire un ospedale, dovresti acquisire anche competenze manageriali.
Se vuoi fare anche il ministro della sanità, ci sono altre abilità da acquisire e altre esperienze da fare.

Chiaramente questo è un esempio estremamente semplificato e i percorsi per raggiungere le diverse posizioni che ho citato possono essere diversi.

Ovviamente bisogna continuare a leggere e ad aggiornarsi nella vita, anche su argomenti in cui non siamo specializzati.
Con le giuste proporzioni, è bene leggere libri anche di altre discipline, per allargare i propri orizzonti e saper comunicare e lavorare con persone di altre specializzazioni.

Un altra cosa importante da tenere in conto nel punto “formazione” è l’ESPERIENZA.

La teoria è utile fino a un certo punto. Ma senza esperienze, non andrai da nessuna parte.

Fai nuove esperienze, guardati intorno e non stare chiuso/a in te stesso/a.
Buttati nel volontariato, trova un associazione che combatte per la tua stessa causa e inserisciti.

Se non trovi, prendi l’iniziativa. Insomma: muoviti e fai esperienza.

Questo argomento è ampio e c’è tanto altro da dire, ma fermiamoci qui.
Per questo articolo mi basta che ti rimanga il fatto che più ti formi (in maniera intelligente), più avrai impatto nel migliorare il mondo.

Ricorda: chi non si forma, si ferma.

3) Agisci.
Lavora, intraprendi un progetto, collabora con altre persone che combattono per la tua stessa causa…insomma AGISCI.

4) Crea relazioni strategiche.

Oltre a lavorare bisogna essere capaci di creare relazioni strategiche.
Conoscere le persone giuste può, con il permesso di Allah, aprirti diverse porte e ti permette di creare un impatto più alto.

Inserisciti negli ambienti giusti, crea collaborazioni, scambia esperienze.

5) Nutri corpo, mente e spirito.

Senza dilungarci troppo:
– corpo: più sei sano e in salute, più sei produttivo più a lungo;

– mente: continua a leggere e a formarti, investi sulle tue competenze per avere più impatto nel migliorare il mondo;
– ricaricati spiritualmente. Ti ho già spiegato in questo articolo con alcuni esempi come alcune pratiche spirituali hanno un grande impatto sulla nostra vita.

6) Pianifica la tua vita finanziaria.

Una delle cose che ci frenano nel migliorare il mondo è il fatto di dover star dietro a un lavoro che ci tiene legati ad un luogo, a degli orari e a dei budget.

Quindi? Continuiamo a lamentarci della crisi, dei politici ladri e del Nuovo Ordine Mondiale (se non sai di cosa parlo, meglio così)?

Diventare benestanti non è un colpo di fortuna, come molti credono. È un processo che inizia dalla formazione di una mentalità.

Hai due possibilità:
– o fai coincidere la tua battaglia con la tua professione;
– o ti crei delle entrate semi-automatiche che ti permettano di essere più libero di muoverti.

Abe, la fai facile…

Non ho mai detto che è facile. C’è bisogno di impegno, ma non è impossibile.

Ma il sostentamento non è prescritto e predestinato?

Certo.
Tu muoviti e agisci. Allah ti farà arrivare ciò che ti spetta.

Allah provvede a te anche fornendoti le giuste informazioni 😉

Il fatto che Allah ci abbia detto che il sostentamento è prescritto non è un invito alla passività, bensì serve a farci lavorare sodo con il cuore sereno e senza preoccupazioni.
E sopratutto senza essere disonesti, perché quello che ci spetta ci arriverà.

Attenzione: non ti sto dicendo che devi diventare milionario!
Ti sto dicendo di pianificare le tue finanze, affinché arrivi un giorno in cui non dovrai più pensarci troppo.

E mi raccomando: non diventarne ossessionato. Ricorda che i soldi sono uno strumento, non l’obiettivo. Tienili nelle tue mani e non nel tuo cuore.

CONCLUSIONI.

So che abbiamo messo tanta carne al fuoco con questo argomento. Non era mio interesse essere esaustivo da subito.

Quello che volevo fare era riflettere…riflettere sul fatto che ci sono alcuni aspetti importanti a cui pensare per compiere al meglio il nostro ruolo di vicari di Allah sulla Terra.

Mano a mano che riempirò il blog di articoli, affronteremo ognuno dei punti precedenti in maniera più approfondita.
Rimani aggiornato iscrivendoti alla newsletter di Vita Islamica cliccando qui!

E’ arrivato il momento dei saluti, ma prima volevo chiederti un paio di favori.

Ci ho messo un sacco di tempo a scrivere questo articolo e lo faccio volentieri.
Se mi vuoi aiutare a diffondere queste informazioni nella nostra Umma, condividilo schiacciando il bottoncino del social che preferisci di più.

Ho bisogno anche dei tuoi feedback, per poter affrontare al meglio gli argomenti e per poter essere sempre più chiaro.

Se hai dubbi, perplessità…o semplicemente qualcosa da aggiungere che può essere di aiuto a qualcuno, lascia qui sotto un commento.

A te costa poco e a me faresti fare i salti di gioia! 😀

Ultima raccomandazione: fa’ tanto du’a. Ne ho bisogno.

Tuo fratello,
Abedelbakki Rtaib

Abedelbakki

Eterno studente di scienze islamiche, appassionato di storia islamica, filosofia e psicologia. Fondatore di www.vitaislamica.it

9 pensieri riguardo “Guida pratica per migliorare il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *